Mauro Ottolini

Mauro Ottolini è uno dei musicisti più importanti del nuovo jazz italiano, tanto che nel 2013 si aggiudica il premio della critica nazionale “TOP JAZZ” come miglior musicista italiano. Si diploma in Trombone nel 1993 con il massimo dei voti al conservatorio di Verona, e qualche anno più tardi si diploma in jazz al conservatorio di Trento con il M Franco D Andrea.

Lascia l orchestra dell’Arena di Verona dopo 12 anni di professione  per dedicarsi al jazz e alla musica che più lo appassiona.

Mauro Ottolini è un polistrumentista, il suo principale strumento è il trombone, ma contemporaneamente suona e approfondisce il linguaggio di tutti gli ottoni, come il Sousaphone, la tromba, il flicorno ,la tromba bassa, l’euphonium.

Grazie agli insegnamenti del grande trombonista Steve Turre, Ottolini impara anche a suonare le conchiglie, usate come strumento in particolare da alcuni musicisti delle Antille o dell Americalatina.

Negli anni viene riconosciuto come abile compositore e arrangiatore vincendo più volte riconoscimenti dalla critica  come miglior arrangiatore italiano.. Collabora stabilmente con Enrico Rava,Franco D Andrea, Vinicio Capossela,

Suona e incide con  Frank LacyKenny Wheeler, Dave Douglas, Paolo FresuTrilok GurtuJanGarbarek, Carla Blay, Steve Swallow, Tony Scott, Han Bennink, Maria Schneider, Gary Valente, Steve Turre, Sean Bergin e molti altri. Collabora anche con alcuni grandi nomi della black music come Grace Jones, Gino Vannelli, Emy Stewart, Joe Bowie (Defunkt).

Ha suonato e arrangiato le musiche di Michael Jackson nel disco di Enrico Rava “On the dance Floor” per ECM (2012) e le musiche di Lester Bowie per il gruppo di Enrico Rava Parco della Musica Jazz Lab. Ha collaborato come arrangiatore e musicista con il gruppo Negramaro nel singolo “Sole” e con Malika Ajane nel disco “Ricreazione” nella realizzazione del  singolo “Il tempo non inganna” e in alcuni brani del disco (Sugar 2012). Ha suonato e arrangiato per  i Subsonica in occasione di Umbria jazz 2015,Ha suonato e arrangiato canzoni del cantautore Pacifico, e ha registrato con il cantante Elio(delle storie tese),con Roy Paci, con Daniele Silvestri,Teatro degli orrori; ha collaborato inoltre con il prestigioso PREMIO TENCO, arrangiando e accompagnando con il suo 5etto  Rossana Casale, Alberto Fortis, Diodato, Lucio Dalla e moltissimi altri musicisti italiani e stranieri.

Ha inciso 20  dischi a suo nome e vanta oltre  oltre 150 collaborazioni come sideman.

Ha insegnato alla NEW YORK UNIVERSITY, e tenuto corsi in importanti scuole come il conservatorio di jazz superiore a Parigi, e vari conservatori italiani.

Ottolini è ideatore e leader di molti progetti musicali che si sviluppano in veri e propri lavori concettuali sconfinando in forme d’arte che si intrecciano con la sua musica…

Ha realizzato 4 cartoni animati musicali,2 film documentari, e la colonna sonora del film “Seven Chances” di Buster Keaton.

Ha scritto una colonna sonora originale per il film “L INFERNO” di Bertolini, del 1911 per il Festival del cinema della Lessinia.

Ha scritto il romanzo breve “BIX FACTOR” con  Vanessa Tagliabue Yorke, contenuto nellomonimo cd del gruppo Sousaphonix (Parco della musica per Roma). Il gruppo Sousaphonix,con cui ha realizzato ormai 6 dischi  è considerato dalla critica una delle migliori realtà musicali italiane ed europee.

Nel 2016 in occasione del referendum “Jazzit Award” della  rivista JAZZIT, Ottolini è stato votato e al primo posto come Miglior Gruppo Jazz Italiano(Sousaphonix) e

come miglior trombonista italiano è inoltre stato votato come miglior arrangiatore e miglior sousaphonista..

Ha tenuto concerti in tutto il mondo, e nel 2016 è stato proclamato dall’UNESCO  “Ambasciatore alla cultura nel veneto”..

Ha fondato il “Teatro per una società senza Pensieri”  un centro culturale innovativo, costruito interamente con materiale di recupero, di cui è direttore artistico e presidente.

unnamed-2

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]